11. L’uovo di Colombo

Idea geniale?

Caro Amico,
in Africa mentre mi innamoravo della natura, dei tramonti, dei colori, a poco a poco, mi sentivo sempre più sereno e sicuro di me.

Dopo aver visto Emily in foto ho ricominciato a pensarla. Non è che la cosa mi turbasse o mi togliesse serenità, semplicemente pensavo a lei. Più ritrovavo me stesso e più lei sembrava far parte di me… Era una sensazione potente, mi dava l’entusiasmo di un ragazzino e l’energia per vivere serenamente.

In questo magico periodo Emily mi ha involontariamente fatto un regalo.
Le mie giornate, i miei pensieri, i miei discorsi, erano così pieni di lei! Una sera mentre prendevo il fresco in veranda, sorseggiavo un drink e pensavo, guarda caso, a lei. Non potevo corteggiarla, l’antico cavaliere in me non sarebbe stato d’accordo. Ma avevo la certezza che sarebbe arrivato il momento. A quel punto serviva un piano d’azione. Come fare breccia nel suo cuore? Avevo già escogitato di tutto senza trovare buone soluzioni. Parlarci, essere divertente, trovare interessi comuni, essere un po’ adulatore e simpatico, darle affetto. Tutto molto buono, ma questo mi avrebbe portato solo a una bella amicizia. Perché lei desiderasse essere la mia donna ci voleva di più.
Cosa? Ecco l’idea, è l’uovo di Colombo, bastava pensarci.
Ogni donna ha un uomo ideale, l’uomo dei sogni, quello che ha sempre desiderato incontrare. Io dovevo solo “essere quell’uomo”. Lei non avrebbe rifiutato. Non sarebbe stato neppure difficile, pensando a quanti cambiamenti ho affrontato nella mia vita. Non si sarebbe trattato di fingere o annullare me stesso, solo di indossare una nuova personalità per piacere alla donna che amavo.
Se tutto ciò fosse stato sgradevole o inaccettabile, quella non era la donna giusta; questo è stato il suggerimento di un’amica. Acciderbolina, non ringrazierò mai abbastanza quest’amica. Ma per Emily lo avrei fatto senza esitare.
Il piano era: fare amicizia, scoprire a poco a poco il suo uomo ideale, attendere che lei fosse libera e infine proporsi più o meno così: “Sarò l’uomo che hai sempre sognato, farò palestra, dieta, ti porterò la colazione a letto, mi vestirò come ti piace e qualunque altra cosa desideri”. Sembrava tutto così semplice. Questo accadeva quando ancora ero in Africa, a quel tempo era studiato per Emily.

Nelle ultime settimane, qui in Italia, ho cercato di affiancare un po di ragione al sentimento, di essere più razionale. Ho cercato di capire per quale motivo ho perso la testa per Emily in questo modo. Al cuore non si comanda d’accordo, ma ci devono pur essere delle ragioni. Lei assomiglia, caratterialmente, a donne delle quali mi sono innamorato in passato. Questa può essere una causa. E’ bellissima, altra causa. Il suo entusiasmo mi mette totalmente a mio agio, tanto che potrei parlarle di qualsiasi cosa, anche delle più intime, senza problemi. Questa è una sua capacità. Lei è la mia musa ispiratrice, è come se fosse circondata da un’energia positiva, la sua sola presenza mi fa sentire un uomo migliore. La prima volta che l’ho vista, solo per averla vista, mi sono sentito turbato. E’ difficile pensare di fare a meno di lei.
Razionalizzando la cosa sto focalizzando un punto che sembra il fulcro di tutto. Quanto è stabile e solida la sua relazione? Non ho nessuna reale informazione a riguardo. Fino a poco fa immaginavo che fosse una relazione di quelle che durano per un po e poi ci si lascia. In questo caso era lecito sperare e aspettare. Ma devo prendere atto che sono insieme da parecchio, sembra un vero fidanzamento. Inoltre le mie percezioni, i presentimenti per chi ci crede, mi dicono che sono entrambi molto determinati nel far continuare bene la loro relazione. Potrebbero stare insieme per sempre. In questo caso dovrei, e potrei, farmene una ragione e rinunciare.
Il tutto sembra girare intorno a questo fatto. Mi ripropongo di avere più dati a riguardo.

La sola idea di rinunciare a Emily mi fa stare malissimo. Devo però dire che in terra africana ho conosciuto almeno due donne eccezionali, un’italiana e una tedesca, entrambe sposate e quindi proibite 😀 ma è un segno positivo, sto incominciando a vedere le altre donne.
Venendo al presente, a Milano ho incontrato un’amica di vecchia data, abbiamo un po’ chiacchierato e mi sono reso conto di come, anche lei, sia straordinaria (e straordinariamente sposata!).

Poi è arrivata Anna di cui ti ho parlato. Devo ancora conoscerla bene. Sono attualmente in isolamento per contatto con un positivo al Covid e ho rimandato l’appuntamento…
Deciderò se usare questa tecnica :-).

Amico mio, spero tu non mi giudichi arrogante o presuntuoso o ridicolo per quanto raccontato. La mia sembra solo un’ottima idea e ho pensato di condividerla nella speranza ti sia utile.

Ti lascio con un magnifico brano dedicato ad Anna e alla situazione con lei.


Non perderti le prossime puntate, iscriviti per le notifiche.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: